ASSICURAZIONI


ASSICURAZIONI

Polizze assicurative collegate: vittoria a Roma

le polizze "index linked" devono garantire la restituzione del capitale, se il rimborso è subordinato all’andamento del titolo si tratta di investimenti finanziari



Parma, 28 aprile 2011 – Importantissima vittoria della Confconsumatori per un associato, che aveva investito i suoi risparmi in una polizza assicurativa collegata, a dire della compagnia, con obbligazioni Lehman Brothers. Questa volta è stato il Tribunale di Roma  con sentenza n. 7398 del 2 aprile 2011 a condannare una banca all’integrale restituzione del capitale investito (€ 51.645,69), oltre interessi e spese.

Il caso è quello di un investimento effettuato tramite una polizza assicurativa cosiddetta index linked connessa a bond Lehman. Il fatto che una polizza vita sia garantita da un'obbligazione (nella specie Lehaman Brothers), al cui andamento sia anche legata la rivalutazione del premio, non esime la compagnia emittente, secondo il Tribunale di Roma, dal pagamento alla scadenza quanto meno del premio, qualora il contratto preveda un capitale minimo garantito costituito da quanto versato dall'assicurato. Questo il motivo posto da quel giudice a fondamento della sua decisione, con la quale  è stato confermato il decreto ingiuntivo ottenuto in precedenza dall’investitore, che condannava l’istituto di credito alla restituzione del capitale, degli interessi e delle spese di lite.

Una sentenza – dichiara l’avv. Giovanni Franchi, legale Confconsumatori, che ha tutelato in giudizio l’associato – di particolare importanza, da collegare ad un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato, per il quale questo polizze vita c.d. index linked sono vere e proprie forme assicurative solo quando, come nella specie, garantiscono la restituzione del capitale. Quando invece il rimborso è subordinato all’andamento del titolo siamo al cospetto di veri e propri investimenti finanziari soggetti, come tali, alle disposizioni in materia, tra le quali l’art. 23 TUF, che impone la stipulazione per iscritto del contratto generale d’investimento”.

Scarica la sentenza cliccando QUI.